Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.

Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Scopri l'informativa e come negare il consenso.

21.02.2016 - Giro del Lago Maggiore

Giornata spettacolare che meglio non potevamo aspettarci. Già al ritrovo in sede si capiva che il sole ci avrebbe accompagnato per tutta la giornata e non ne siamo stati traditi. La maggiore difficoltà incontrata dagli "organizzatori" è stato contare il numero dei partecipanti. Difficile perchè ai nostri soci si sono uniti amici e conoscenti all'ultimo momento e perchè anche alcuni nostri soci non si sono segnati sul foglio condiviso. Da una verifica approssimativa sul campo totaliziamo 43 ciclisti.
Come previsto, al bivio di Feriolo il gruppo si divide: 11 ciclisti decidono per il percorso più breve. Sapremo poi che il gruppetto si suddividerà ancora distribuendosi su percorsi diversi. Chi percorrerà la traccia preparata, chi invece cercherà difficoltà superiori salendo fino alla Madonna del Sasso.


Chi si cimenta nel giro lungo continua costeggiando la sponda piemontese fino alla Svizzera. Qui troviamo una preziosa guida in Francesco Caroli, nuovo socio di quest'anno, che ci aggiorna sulle nuove regole di percorrenza delle strade di Ascona e Locarno in bici, conducendo il gruppo per ciclabili, lente ma al sicuro da controlli dell'inflessibile polizia svizzera, fino a riprendere la strada per l'Italia sulla sponda orientale.
Qui ha inizio la rincorsa al gruppo di Pino, reo di essere in "fuga" con due signore che avrà termine solo a Luino per il caffè. Questa rincorsa provocherà, nel finale, il calvario dei meno allenati.
Nell'ultimo tratto abbiamo il piacere di incontrare il nostro amato Presidente "Ciccio" che, svolto con dovizia il suo compito di appoggio con l'auto del gruppo del giro corto, e vista la bella giornata, decide di venirci in contro per condividere gli ultimi km del percorso.
Come sempre, finita la parte ciclistica inizia quella conviviale: ricco buffet a disposizione di coloro che si sono fermati. Ringraziamenti sentiti ai soci anziani che autonomamente hanno preparato tutto quel ben di Dio! ...non è che vi interessa sapere se avremo modo di godere di un buffet simile a qualche altro evento ciclistico del Genova? Giovedì 25 All'Assemblea dei Soci lo scopriremo.
Per finire un invito a tutti i soci che hanno partecipato al giro: verificate che vi siano stati attribuiti i punti nella classifica Challenge. Se così non fosse segnate il votro nome nel foglio iscrizioni all'evento, nelle righe gialle.